Tortionata di Lodi: un’esperienza degustativa unica


Avete mai sentito parlare della tortionata o tortjoata? Questo dolce friabile a base di mandorle è originario della città di Lodi. È stato anche riconosciuto come un prodotto agroalimentare della trazione italiana dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali.

Il suo aspetto friabile ricorda molto la sbrisolona mantovana, ma non hanno lo stesso sapore. Gli ingredienti, infatti, sono molto diversi dalla torta sbrisolona. Come e da chi è stata inventata la tortionata?

Le origini della Tortionata di Lodi

Foto da Wikipedia

Durante la prima metà dell’Ottocento, la prima tortionata fu creata dalle abili mani di un pasticcere, Carlo Tacchinardi. Quando il pasticcere spirò, decise di tramandare la ricetta del dolce ai suoi figli, Gaetano e Giovanni.

In seguito, fu Gaetano a svelare la ricetta a suo figlio Alessandro. La tradizione popolare, infatti, vuole che sia proprio Alessandro a essere l’inventore della ricetta, ma in realtà fu suo nonno.

Decise di depositare legalmente la ricetta della torta nel 1885. Pare che il suo nome si debba a un gioco di parole, ovvero la torta di quando io sono nota, torta io nata. Tuttavia, non è un fatto sicuro, perché l’origine del nome della torta potrebbe derivare dal filo attorcigliato che serviva per tagliare le torte, il tortijon.

Un dolce davvero unico e speciale

Tra gli ingredienti della Torta di Lodi, possiamo ritrovare la farina, il burro, lo zucchero, le mandorle, la scorza di qualche limone, il tuorlo di un uovo e lo zucchero a velo. Le mandorle sono il protagonista principale, che rendono la torta una vera e propria delizia.

Questa torta non richiede parecchio tempo per essere preparata, tuttavia deve stare in forno a bassa temperatura per almeno 50 o 60 minuti. Lo zucchero al velo alla fine completano l’opera, rendendola una vera e propria esplosione di gusto. Infine, per il suo sapore tipico, la tortionata si sposa bene con il passito, il moscato oppure il malvasia.

Vi consigliamo di provare a prepararla in casa o di passare da Lodi per assaggiarla. Ogni pasticceria la prepara e la vende ed è uno dei dolci più noti in Lombardia.